DSpace è un software open source per la creazione e gestione di archivi aperti di documenti digitali.

DSpace è stato sviluppato nel 2000 nell'ambito di un progetto congiunto del Massachussetts Institute of Technology con la Hewlett-Packard. Permette il deposito, la conservazione e la disseminazione di oggetti digitali, ad esempio i prodotti della ricerca e i materiali per la didattica di un'università.

DSpace è compatibile con SURplus, il Sistema Unificato Ricerca per la gestione delle attività di ricerca istituzionale realizzato dal CILEA.

Funzionalità del software

Funzionalità sviluppate dal team AePIC

  • La prima traduzione italiana delle interfacce
  • I miglioramenti delle funzionalità e le personalizzazioni, tra le quali
    1. Funzionalità di amministrazione decentralizzata delle comunità e delle collezioni
    2. Mappature automatiche (sistema che permette la creazione di collezioni virtuali)
    3. I contatti con la community
    4. Le soluzioni di malfunzionamenti del software
    5. Funzionalità sviluppate per SURplus OA-Open Archive (modulo repository dei prodotti della ricerca realizzato con software DSpace)

      • Collegamento agli altri moduli del servizio SURplus: AU, WF, GW, BI e GA
      • Ricerca automatica delle riviste su una lista controllata di oltre 60.000 titoli correnti
      • Semantica controllata per la categorizzazione dei dati secondo keywords gerarchiche
      • Possibilità di scegliere un eventuale periodo di embargo per ogni file (bitstream) depositato
      • Mappature automatiche (sistema che permette la creazione di collezioni virtuali)
      • Possibilità di delegare i compiti di submission
      • Generazione automatica delle citazioni
      • Configurabilità dei metadati e delle citazioni
      • Paginazione e ordinamento degli item nei workspace
      • Possibilità di duplicare le informazioni contenute in un item per la creazione di un nuovo item
      • Recupero automatico di informazioni correlate a metadati la cui compilazione è basata su liste di dati esterni
      • Possibilità di effettuare automaticamente una o più mappature sulla base del valore di specifici metadati dell'item
      • Estrazione delle tabelle in file di diversi formati (csv, xml, xls, pdf, ecc..)
      • Estrazione delle citazioni in vari formati (RefMan, BibTeX, RefWorks, EndNote, Wikipedia, ecc.)
      • Possibilità di segnalare un record in vari social networks (Facebook, Delicious, Citeulike, Connotea, ecc.)
      • Upload delle pubblicazioni verso il sistema di governo istituzionale della ricerca
      • Deleghe totali e parziali di workflow
      • Possibilità per gli amministratori di controllare la situazione degli utenti loggandosi col loro username senza conoscere la password personale
      • Harvesting delle tesi di dottorato per le Biblioteche Nazionali
      • Import a partire da identificatori (DOI, PubMed, etc.)
      • Import da file bibliografici (EndNote, BibTex, etc.)
      • Visualizzazione delle politiche editoriali da database SHERPA/RoMEO
      • Visualizzazione della presenza di file e del loro livello di accesso nel browsing
      • Associazione del nome degli autori agli utenti appartenenti all'ente
      • Raffinamento progressivo delle ricerche (navigazione a faccette)

      Realizzazioni del Team AePIC

      Vai all'elenco delle realizzazioni.

      Il CILEA nel Committer Group di DSpace

      Il CILEA ha fatto ingresso nel gruppo dei committers di DSpace. Questo noto e potente strumento di editoria elettronica, progettato e realizzato dal Massachussetts Institute of Technology con la Hewlett-Packard, è governato da un ristretto gruppo di sviluppatori di altissimo profilo, di cui fa ora parte anche il nostro Andrea Bollini. Questo riconoscimento rafforza la posizione di indiscussa leadership che il team AePIC ha conquistato in questi anni nel settore dei repositories e dell'editoria elettronica accademica italiana e ci darà modo di partecipare alle decisioni riguardanti i futuri sviluppi di DSpace.

      Il CILEA primo e unico service provider italiano accreditato dalla DSpace Foundation

      Attraverso l'operato del Team AePIC, CILEA è il primo e unico service provider italiano accreditato dalla DSpace Foundation, oggi DuraSpace, l'organizzazione not-for-profit che mantiene le soluzioni software per l'open access, gli archivi istituzionali e le biblioteche digitali più usate al mondo.
      I service provider ufficialmente riconosciuti, tra i quali CILEA, condividono lo sforzo di DuraSpace per assicurare che le generazioni attuali e future abbiano accesso al patrimonio digitale collettivo.
      Il software open source DSpace è stato concepito in una prospettiva di condivisione della conoscenza e conservazione a lungo termine. Organizzazioni come università, laboratori di ricerca, musei, istituzioni pubbliche e commerciali usano DSpace per creare le proprie biblioteche digitali e condividere il proprio patrimonio culturale con il resto del mondo.
      Il DSpace Project guida lo sviluppo collaborativo del software per la comunità costituita oggi da oltre 500 organizzazioni in tutto il mondo, per garantire innovazione e condivisione di risorse e per assicurare nel tempo qualità, continuità e gratuità del software per repository più diffuso al mondo.

      Archivio Documentazione

      Input-forms, file da compilare per la configurazione dei metadati [File xls.].

      Guida alla compilazione dell'input-forms [File PDF].

      Documentazione relativa all'harvesting delle tesi di dottorato a carico delle biblioteche nazionali centrali tramite DSpace [File PDF].

      Documentazione sulla funzionalità di export in vari formati bibliografici [File PDF].

      Documentazione relativa all'import tramite DOI [File PDF].