Gli atenei italiani per l’open access verso laccesso aperto alla letteratura di ricerca

Luogo Università degli Studi di Messina
Aula Magna, Plesso Centrale
Piazza Pugliatti 1
Messina

4 – 5 Novembre, 2004

“Gli atenei italiani per l’Open Access: verso l’accesso aperto alla letteratura di ricerca”

La Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo, in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina, intende promuovere la diffusione delle pubblicazioni Open Access nel sistema universitario italiano al fine di diffondere i benefici che derivano dal ricorso a forme di editoria elettronica ad accesso aperto.

Nel corso della cerimonia del 4 novembre hanno aderito alla Dichiarazione di Berlino le seguenti università (in ordine alfabetico per località): Bologna, Brescia, Calabria, Firenze, Foggia, Genova, Insubria, Lecce, Messina, Milano, Milano Bicocca, Milano Politecnico, Milano Vita-Salute San Raffaele, Modena, Molise, Napoli Federico II, Napoli L’Orientale, Napoli Partenope, Padova, Palermo, Parma, Piemonte Orientale, Roma LUMSA, Roma Tor Vergata, Roma III, Siena, Torino, Trieste, Trieste SISSA, Tuscia, Venezia IUAV, oltre all’Istituto Italiano di Medicina Sociale di Roma. (agg. 4.11.2004)

Documenti:
Dichiarazione di Messina – Messina Declaration
Comunicato Stampa – Press Release
Berlin Declaration – Dichiarazione di Berlino
Descrizione
Programma del convegno
Invio degli abstract e degli interventi
Relatori, abstract, testi degli interventi
Registrazione, informazioni pratiche e lista partecipanti
Organizzatori del convegno e partner
Risorse correlate

Questo convegno è stato organizzato con il patrocinio di:CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e sponsorizzato da: CILEA, CASPUR, Open Society Institute, SPARC Europe e AIB Sicilia.

Workshop nazionale
“Gli atenei italiani per l’Open Access :
verso l’accesso aperto alla letteratura di ricerca”

Messina, Università degli Studi, 4-5 novembre 2004

Un crescente numero di ricercatori nel mondo sta attivamente promuovendo l’accesso aperto alla letteratura accademica, reso oggi possibile da Internet.

Due sono le istanze alla base della “Open Access Initiative”:
1. aumentare diffusione, visibilità e impatto della letteratura scientifica attraverso la pubblicazione in archivi aperti on line, istituzionali e/o disciplinari;
2. contrastare la crescita dei prezzi dei periodici accademici con modelli alternativi di comunicazione scientifica.

Il modello attuale della comunicazione scientifica è infatti in crisi per la sua insostenibilità economica: le università finanziano i progetti di ricerca, pagano gli accademici che la conducono e infine attraverso le biblioteche acquistano le pubblicazioni scientifiche a costi sempre maggiori. Mentre le indicazioni emanate nei giorni scorsi dal governo italiano impongono un limite del 2 per cento all’aumento di spesa della Pubblica Amministrazione, l’incremento del costo dei periodici per l’anno corrente sarà in media di almeno il 7 per cento.

Il Congresso “Gli Atenei italiani per l’Open Access: verso l’accesso aperto alla letteratura di ricerca” promosso dalla Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina vuole essere per l’Italia un momento di informazione e di promozione dell’accesso aperto a livello istituzionale.

Il workshop sarà articolato in due momenti. Il pomeriggio del 4 novembre vi saranno alcuni interventi di personaggi di spicco del movimento Open Access (David Prosser di SPARC Europe, Fred Friend e J.-C. Guedon per OSI, con traduzione simultanea), seguiti dalla firma dei Rettori di un documento di supporto alla Dichiarazione di Berlino (“Accesso aperto alla letteratura scientifica”) e da una conferenza stampa con aperitivo.

La giornata del 5 novembre sarà invece dedicata agli archivi aperti istituzionali (repositories), con relazioni sui diversi aspetti riguardanti la loro implementazione: da quelli tecnici a quelli economici, dalla promozione al copyright. Una poster session sarà dedicata all’approfondimento del “come si fa”.

Ampio spazio sarà dedicato agli interventi del pubblico e alla discussione, con l’intento di creare un incontro, una “comunità”, di tutti coloro che in Italia si occupano di iniziative Open Access, siano esse archivi o riviste, quali bibliotecari, tecnici informatici, ricercatori.

[English Announcement]

Workshop: “Italian Universities for Open Access”, Messina (Italy), 2004/11/4-5

The Conference of Rectors of Italian Universities (CRUI), Academic Libraries Committee, promotes the workshop: “Gli atenei italiani per l’Open Access: verso l’accesso aperto alla letteratura di ricerca (Italian Universities for Open Access: Towards Open Access to Scholarly Literature)”.

The workshop will be held on November 4th-5th 2004 and hosted by the University of Messina, Italy. The first institutional event in Italy about Open Access promotion, it is made up by two distinct occurrences.

On the first day, after introductory talks by OA supporting institutions (D.Prosser – SPARC Europe, F. Friend, OSI and J.-C. Guedon, Univ. Montreal), there will be a Press Conference and Signing Ceremony of a document to support Open Access by a number of Italian University Rectors.

On the second day a number of talks and a poster session will provide practical information and “how-tos” on open archives implementation: technicalities, costs, advocacy and copyright. Time for discussion will be devoted to constitute an Italian “open community” of OA people.

More information available (in Italian) at this conference site:
http://www.aepic.it/conf/index.php?cf=1

versione stampabile
Workshop nazionale
“Gli atenei italiani per l’Open Access :
verso l’accesso aperto alla letteratura di ricerca”
Con il patrocinio della Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo,
di CASPUR, CILEA, Open Society Institute e SPARC Europe
Messina, Università degli Studi, 4-5 novembre 2004
Programma (aggiornato al 27.10.2004)
PRIMO GIORNO – 4 NOVEMBRE 2004 – Aula Magna, Plesso Centrale, Piazza Pugliatti

Mattina
(riservata ad inviti: riunione plenaria dei Gruppi di Lavoro della Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo)

Pomeriggio
ore 15.00: Apertura dei lavori e saluti delle Autorità

Saluto inaugurale del Prof. Francesco Tomasello, Rettore dell’Università di Messina
Saluto del Prof. Vincenzo Milanesi, Rettore dell’Università di Padova e Presidente della Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo
ore 16.30: Introduzione alle tematiche dell’Open Access – introduce e modera il Prof. Alberto Sdralevich (ProRettore dell’Università dell’Insubria e Coordinatore GdL “Risorse Elettroniche”, Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo)

David Prosser (SPARC Europe): “Open Access: introduction, focus, strategies” (with a brief overview on SPARC Europe)
Frederick Friend (JISC e Open Society Institute): “Open access advantages, opportunities, support: JISC and the UK parliamentary enquiry into scientific publications”
Jean-Claude Guédon (OSI e Università di Montreal): “Open access for institutions. Take 2: why institutions should network”
Ore 18.00: Dibattito (nel corso del pomeriggio sarà attivo un servizio di traduzione simultanea dall’inglese)
ore 18.30: Firma dei Rettori del Documento italiano a sostegno della Dichiarazione
di Berlino sull’accesso aperto alla letteratura accademica

Conferenza stampa (portavoce: Vincenzo Milanesi, Presidente della Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo), interventi dei rappresentanti delle istituzioni firmatarie, segue rinfresco

(al termine dell’evento sarà possibile partecipare, a pagamento, ad una cena sociale – facoltativa: per altre informazioni vedere la pagina della registrazione)

SECONDO GIORNO – 5 NOVEMBRE 2004 – Facoltà di Scienze MM. FF. NN., Biblioteca Centralizzata, Contrada Papardo
Giornata sui repositories istituzionali (archivi aperti di ateneo)

(sarà organizzato un servizio pullman con partenza alle ore 9.00 in punto dal Plesso centrale dell’Università in Piazza Pugliatti e passaggio dopo qualche minuto all’Hotel Jolly)

Mattina
ore 9.30: I^ sessione – Aspetti di implementazione e gestione degli archivi aperti: problemi e soluzioni – introduce e modera Benedetta Alosi (Università di Messina)

Paola Gargiulo (CASPUR) – 15 minuti: “Introduzione alle problematiche dell’Open Access in Italia”
Simone Sacchi (Università di Bologna) – 15 minuti: “Personalizzazione del software EPrints per l’accesso ai dati diversificati di un ateneo”
F. Valentini, F. Moser (Università di Trento) – 15 minuti: “Personalizzazione del software EPrints per l’integrazione con l’anagrafe della ricerca”
N. Femminò, D. Orselli, E. Brunello (Università di Messina) – 15 minuti: “Personalizzazione del software CDSware per l’integrazione dei cataloghi bibliografici con l’Archivio aperto istituzionale”
Fabio Asnicar (SISSA) – 15 minuti:
“Personalizzazione del software DSpace, l’importanza del servizio su misura”
ore 11.00: Coffee break (libero)
ore 11.30: II^ sessione – Metadati e ricerca su più archivi: problemi e soluzioni – introduce e modera Susanna Mornati (CILEA)

Ugo Contino (CASPUR) – 15 minuti: “Il portale Pleiadi: un prototipo per la ricerca su più archivi”
Zeno Tajoli (CILEA) – 15 minuti: “Harvesting dei metadati negli archivi italiani”
Ore 12.15: Domande, interventi e dibattito sulle tematiche della I^ e II^ sessione
ore 11.00-16.00 (sessione parallela): Poster Session – aspetti tecnici legati all’implementazione, alla personalizzazione e all’integrazione di data providers e service providers
Oltre ai poster relativi agli interventi della mattina, verranno esposti poster sulle seguenti tematiche:
“Biblioteca d’Alessandria: compatibilità OAI in una rete peer-to-peer”, di A.Tugnoli, A.Y.Polliotti, M.Simoncini, S.Mangiaracina (CNR Bologna)
“La Firenze University Press nell’Editoria Accademica Digitale”, di P.Cotoneschi, M.Loconsolo (Università di Firenze)
“OpenDLib: un sistema per ridurre i costi e potenziare i servizi”, di D.Castelli, P.Pagano, M.Simi (CNR Pisa, ISTI)
“Il progetto DAFNE (District Architecture For Networked Edition)”, “Z.pub : l’esempio di una piattaforma editoriale”, di Y.Carrer, O.Volpato (Università di Padova)

ore 13.00 – Pausa pranzo (libera)

Pomeriggio
ore 14.30: III^ sessione – Promozione degli archivi aperti e problematiche legali – introduce e modera Paolo Bellini (Università di Trento)

Ezio Tarantino (Università di Roma “La Sapienza”) – 20 minuti: “La promozione degli archivi istituzionali di ateneo”
Antonella De Robbio (Università di Padova) – 20 minuti: “Il copyright negli archivi istituzionali di ateneo”

ore 15.30: Coffee break (libero)
ore 16.00: IV^ sessione – Tavola rotonda: Modelli e costi degli archivi istituzionali – introduce e modera Valentina Comba (Università di Bologna)

Partecipano: Alberto Cassone (Economista, Università del Piemonte Orientale), Patrizia Cotoneschi (Firenze University Press), Alberto Sdralevich (Economista, Università dell’Insubria). Le tematiche della tavola rotonda verteranno sui modelli economici dell’editoria commerciale a confronto con quelli dell’editoria Open Access, sulle prospettive dell’editoria universitaria, sulle iniziative della CRUI per l’editoria, sull’esame della situazione italiana.
Ore 17.30: Domande, interventi e dibattito sulle tematiche della giornata
La chiusura dell’evento avverrà alle ore 19.00.

Nel corso della giornata (dedicata ai responsabili di progetto di archivi aperti, ma anche a bibliotecari, tecnici, docenti, ricercatori e studenti interessati alle tematiche dell’Open Access e degli archivi) è prevista l’adesione a gruppi di esperti che si costituiranno per offrire la propria collaborazione, esperienza e competenza ai colleghi facenti parte dei gruppi di lavoro già costituiti nell’ambito della Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo.

Scopo dell’iniziativa è organizzare insieme altri momenti di approfondimento da dedicare alle tematiche più scottanti nell’ambito dell’Open Access (condivisione dei metadati, trattamento del copyright, meccanismi della valutazione) e contribuire a raccogliere e stilare linee guida, migliori pratiche, raccomandazioni valide per la costituzione degli archivi istituzionali negli atenei e negli enti di ricerca italiani.

Nelle giornate di sabato 6 e domenica 7 novembre sarà possibile effettuare escursioni nelle splendide località che circondano Messina (le Isole Eolie, l’Etna, Taormina), anche per un eventuale bagno fuori stagione (per altre informazioni vedere la pagina della registrazione).