Migliori libri sui Mondiali di Calcio TOP 20 libri

# 1

Storie Mondiali: Un secolo di calcio in 10 avventure

7,00 €
    «Chi sa solo di calcio non sa niente di calcio »: Federico Buffa e Carlo Pizzigoni hanno avuto ben presente la lezione di José Mourinho nello scrivere le dieci storie della serie andata in onda su Sky, mentre i tifosi aspettavano l'inizio del Mondiale 2014. Dieci avventure che in questo libro diventano un racconto inedito ed entusiasmante della vita, dello spettacolo e delle emozioni che ruotano attorno al pallone. Si comincia con la sconfitta più amara della storia calcistica, quella del Brasile contro l'Uruguay, al Maracanã, nel 1950, e si finisce con la più bella vittoria dell'Italia, quella del mundial spagnolo del 1982, con l'indimenticabile urlo di Tardelli e l'esultanza di Pertini nella tribuna d'onore. Tra le due, ritornano le veroniche di Cruijff e i colpi di testa di Zidane; il mitico rigore in movimento con cui Rivera, nel 1970, chiude 4 a 3 la partita con la Germania e i rigori sbagliati da Baresi e da Baggio contro il Brasile nel 1994; le notti magiche di Italia '90 e, naturalmente, la Mano de Dios di Maradona, che vendica l'orgoglio della sua Argentina ferito dagli inglesi nell'assurda guerra delle Malvinas. Azioni indimenticabili viste mille volte, ma mai vissute come in queste pagine appassionanti che, rievocando le musiche, le atmosfere, gli eventi politici e i fatti di cronaca legati ai mondiali, celebrano l'incanto del gioco più bello del mondo.
Vedilo su Amazon
# 2

World cup. Panini football collections. 1970-2018

28,00 €
    "Le figurine Panini e la Coppa del mondo. Nel 1970, quando il Campionato del Mondo di Calcio giungeva al primo giro di boa, la Panini di Modena lanciava il primo Album di figurine interamente dedicato all'evento sportivo più seguito dagli appassionati di ogni paese. In quell'anno, vincendo per la terza volta il torneo, il Brasile si aggiudicava definitivamente la Coppa Jules Rimet, il prestigioso trofeo intitolato al principale promotore dell'iniziativa. Da allora, messa in palio la nuova Coppa del Mondo della FIFA, la manifestazione ha continuato il proprio trionfale cammino in compagnia degli Album di figurine Panini, che proprio negli anni Settanta, dopo aver sfondato in Italia, hanno cominciato a mietere i primi successi in campo internazionale proprio grazie alla formula multilingue studiata per raggiungere contemporaneamente il pubblico di tutto il mondo. Una raccolta di figurine Panini ha scandito così immancabilmente, dal 1970, ogni appuntamento quadriennale della popolare competizione, fornendo non solo un pratico vademecum per seguire nelle sue varie fasi le vicende del torneo, ma anche un prezioso archivio visivo delle squadre che con il loro impegno agonistico hanno dato vita a incontri spesso memorabili. Questo volume è la storia della Coppa del Mondo vista attraverso i volti dei suoi protagonisti. 5.000 campioni degli ultimi cinquant'anni, più o meno celebri, più o meno amati dai tifosi ma tutti accomunati dalla voglia di dare il massimo per la gloria sportiva del proprio paese. Il volume si propone quindi come strumento di consultazione su tutte le edizioni del torneo. Per gli appassionati di dati e statistiche, infatti, abbiamo ritenuto utile integrare gli Album, pubblicati sempre prima dei rispettivi tornei, con tabelle riepilogative dei risultati di ciascuna edizione. Siamo certi che al di là dei dati storici e degli schemi riassuntivi, le emozioni maggiori, per chi sfoglierà questo volume, verranno dal ricordo di quegli atleti che battendosi con lealtà e con coraggio sui campi da gioco di tutto il mondo hanno conquistato un posto d'onore, prima ancora che negli annali della Coppa, nel cuore e nella memoria di ogni sportivo." (Franco Cosimo Panini)
Vedilo su Amazon
# 3

I Mondiali dei vinti: Storie e miti delle peggiori nazionali di calcio (Storie Mondiali Vol. 1)

7,00 €
    Da una parte i vincitori, sul gradino più alto del podio, con la Coppa in mano e la medaglia al collo. Dall’altra gli sconfitti, che piangono lacrime amare e non sanno se capiterà un’altra occasione. Matteo Bruschetta racconta in modo inedito e agrodolce, le dieci peggiori nazionali della storia dei Mondiali di calcio, le facce, le difficoltà e le speranze vane di chi non ce l’ha fatta. L’autore spezza dunque le catene della narrazione ufficiale, per fare spazio a personaggi poco conosciuti al grande pubblico del calcio. Storie di uomini e di sognatori, prima che di atleti e classifiche.Dieci avventure inedite e tragicomiche raccontano il gioco più bello del Mondo, attraverso i capitoli più curiosi e meno celebrati. “Il meglio del peggio” di venti edizioni dei Mondiali di calcio: nazionali dimenticate in fondo alla classifica, isole minuscole come Haiti o nazioni gigantesche come la Cina, democraticamente accomunate dalla sconfitta.A rendere magico il romanzo dei Mondiali non sono solo le eroiche gesta del Brasile di Pelé o dell’Argentina di Maradona. A raccontare le storie sono personaggi insoliti e marginali, ma non per questo meno poetici: allenatori giramondo e portieri sfortunati, dilettanti allo sbaraglio e campioni nati nel posto sbagliato. Una serie di miti ed eroi improbabili, che ripercorrono la sorprendente ascesa nelle qualificazioni e la disastrosa caduta ai Mondiali della loro nazionale, documentata con statistiche e curiosità.Gli occhi disillusi degli ultimi raccontano la manifestazione calcistica che, più di ogni altra, rappresenta un fenomeno sociale in grado di narrare la propria contemporaneità. Il calcio e i Mondiali sono infatti la scusa migliore per parlare di altro. Dentro a ogni racconto ci sono storia, geografia, cultura, società e molto altro ancora. Vittorie (poche) e sconfitte (tante) si mescolano al contesto sociale e politico degli stati dell’Africa, America e Asia da dove arrivano i protagonisti. Un viaggio in mondi lontani, che desta interesse in ogni aneddoto, non solo per i gol di cui si narra.“I Mondiali dei vinti” è il manifesto di un modo romantico di intendere il calcio, in contrasto con lo spettacolo mainstream e le sue logiche commerciali, per cui conta solo il vincitore. Se anche voi ricordate il preciso istante in cui avete pianto dopo aver frantumato il sogno che inseguivate da anni, se anche voi volete conoscete da vicino come si riesce a viaggiare con speranza pur senza arrivare mai, “I Mondiali dei vinti” è un libro che sarà capace di emozionarvi e lasciarvi addosso la salata sensazione di una sconfitta immeritata."Tante squadre, raccontate attraverso i personaggi che animarono storie bellissime quando già l’arrivo alla fase finale del torneo rappresenta il Paradiso. Le ricordano, li ricordano, in pochi. E proprio per questo è ancora più bello leggere un libro così". Nicola Roggero.
Vedilo su Amazon
# 4

Favole mondiali

10,00 €
    Questo è un libro da leggere con un pallone a fianco. Un pallone da accarezzare e da sfregare, come la lampada di Aladino. Ma non rivelateci il vostro desiderio. Conservatelo nel vostro cuore. Noi che amiamo il calcio sappiamo che un pallone che rimbalza va sempre in un’unica direzione: verso la felicità. E i Mondiali sono la casa della felicità. Per noi italiani sarà un’estate strana, l’estate senza i Mondiali. Lo sappiamo tutti: l’Italia non si è qualificata.L’ultima volta capitò sessant’anni fa. Fate conto che è come andare alla recita di fine anno della tua classe e scoprire che non sei fra gli attori. Ci resti male, ma se ami davvero il calcio – e noi lo amiamo – ti metti comodo e tendi l’orecchio per ascoltare le storie che stanno per essere raccontate. Storie di campioni straordinari, partite epiche, gol da leggenda. Favole. Perché la magia è la stessa. Favole Mondiali. Che ci emozionano, ci lasciano a bocca aperta, ci fanno battere il cuore, ci portano lungo sentieri di una memoria che magari non è la nostra, ma è quella di nostro padre o – ancora più in là nel tempo – di nostro nonno. Nel calcio funziona così: c’era una volta, ed è sempre una volta nuova. Celebrare la poesia del calcio, cantarne il gesto singolo, fissarne l’istante inimitabile è quello che abbiamo provato a fare – con parole e illustrazioni – in Favole Mondiali. Ogni storia è una stella che brilla nel cielo infinito della nostra fantasia dove Maradona e Pelé si passano il pallone di tacco e di punta, Gigi Buffon rimane fermo in volo da un palo all’altro, Messi torna bambino, Rivera alza le braccia al cielo, Baggio chiude gli occhi prima di un calcio di rigore e Cristiano Ronaldo scopre il modo di far felici i suoi amici. Ognuno di loro ha reso speciale la storia dei Mondiali, seminando bellezza e liberando – ogni quattro anni – tutti i desideri di tutte le lampade di Aladino del mondo. Quando avrete finito di leggere l’ultima pagina, quando avrete chiuso il libro e la scintilla dell’ultima storia brillerà ancora; solo allora vi accorgete che il pallone che avete tenuto al vostro fianco vi ha fatto compagnia. Come un amico vero, di quelli capaci di rimanere in silenzio e ascoltare la musica dei sogni. Il pallone è rotondo come il mondo. Ne custodisce l’armonia, ne rivela la bellezza. È dentro quel mondo meraviglioso che voi dovrete giocare la vostra partita. Rincorrendo un pallone che rotola verso quella felicità a cui tutti abbiamo diritto.
Vedilo su Amazon
# 5

Figurine mondiali. Coppa Rimet 1930-1970

28,00 €
    Prefazione di Claudio Gregori. Con un'intervista a Sandro Mazzola.
Vedilo su Amazon
# 6

La fine del calcio italiano. Perché siamo fuori dai Mondiali e come possiamo tornarci da protagonisti

17,00 €
    Il calcio italiano è stato contaminato da tutte le nefandezze che hanno attraversato e rovinato l'Italia negli ultimi decenni. La serie A avrebbe potuto essere la prima lega a dotarsi di stadi all'avanguardia, pensati per il calcio e il suo business, e invece l'appuntamento storico di Italia '90 si è trasformato in un disastro nazionale, con un fiume di soldi e corruttele che ha partorito impianti, nel migliore dei casi, inadeguati. I miliardi piovuti sul campionato italiano grazie alle pay tv non sono stati impiegati in investimenti a lungo termine, nella costruzione di strutture sportive e vivai in grado di garantire il futuro del football tricolore. Si sono invece riversati su giocatori e procuratori, oppure sono stati sottratti dalle casse dei club per coprire i dissesti delle aziende. Una débâcle finanziaria che scaturisce non solo dalle carenze gestionali delle società. Alla luce delle ultime sentenze giudiziarie e dopo la mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali, non possiamo più ignorare che il calcio italiano è nel profondo di una crisi da cui sarà difficile uscire. La diagnosi è fatta. Ma c'è ancora speranza per guarire e rimettersi in sesto. Come dicono i medici in questi casi, ci vuole anche la buona volontà del paziente. E la domanda fondamentale è questa: esiste questa buona volontà?
Vedilo su Amazon
# 7

I veri padroni del calcio. Così il potere e la finanza hanno conquistato il calcio mondiale

16,00 €
    "Il calcio è la nazione più potente che sia mai apparsa nella storia ed è un elemento essenziale della geopolitica, al pari di religione, petrolio, tecnologia e business finanziario." La Fifa è un centro di potere sempre più nevralgico ma, insieme agli ultimi grandi club del Vecchio continente - Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, Juventus -, per conservare la propria sovranità deve scendere a patti con i veri, nuovi, padroni del calcio. Ma chi sono? Marco Bellinazzo racconta i giochi di potere e i flussi di denaro, la corruzione e gli scandali che si nascondono dietro il calcio globale e ricostruisce i fili rossi di un mercato multimiliardario che coinvolge le potenze politiche ed economiche del pianeta. Dagli oligarchi russi agli sceicchi degli Emirati arabi, dalle big company americane alle corporation cinesi, il legame che unisce gli interessi di governi e multinazionali a questo sport è sempre più saldo e, spesso, torbido. Un libro che svela i nomi degli azionisti, delle società e dei politici che vogliono impossessarsi della Fifa e delle sue squadre, dimostrando che il governo del calcio ormai non riguarda soltanto l'amministrazione di uno sport e dei suoi campionati, ma è soprattutto fonte di ricavi miliardari e di legittimazione politica per gli stati. Perché il calcio trascina le masse, crea consenso sociale e, prima ancora, è un teatro che ospita giochi di potere e guerre finanziarie di portata globale, tanto pervasivi quanto invisibili agli occhi degli spettatori.
Vedilo su Amazon
# 8

I mondiali di calcio 1930-2014

15,00 €
    È dal 1994 che Gianni Brera non assiste più a un mondiale di calcio. D'altra parte, tutti sappiamo quanto egli avesse fatto per cantarne la leggenda nel migliore dei modi. Nella prima parte di questo libro l'autore esalta i grandi campioni, illustra le tattiche, spiega pregi e difetti delle varie scuole nazionali, svela retroscena geopolitici e diplomatici e approda a un'interpretazione critica dell'evoluzione del gioco pienamente soddisfacente, raggiungendo una sorta di onniscienza profetica. Gianni Brera indicava un solo pericolo per la massima manifestazione del gioco più bello del mondo: "l'eccessiva sapienza tattica di quasi tutti i protagonisti, la quale potrebbe ingenerare un continuo susseguirsi di gesti ampiamente previsti e quindi stucchevoli da loro parte". Il libro è completato con i capitoli sui Mondiali dal 1994 al 2008 scritti da Gigi Bignotti e quelli dal 2010 al 2014 redatti da Alberto Figliolia.
Vedilo su Amazon
# 9

Spagna '82. Storia e mito di un mondiale di calcio

18,00 €
    Il trionfo dell'Italia di Enzo Bearzot al mondiale spagnolo del 1982 - terzo titolo conquistato dalla nostra nazionale di calcio - costituisce un evento penetrato in profondità nella memoria del paese. Ancora oggi, molti fotogrammi legati a quell'impresa sportiva - dall'urlo forsennato di Marco Tardelli all'esultanza fanciullesca del presidente della Repubblica Sandro Pertini fanno parte dell'immaginario collettivo degli italiani. Muovendosi tra le diverse fonti dell'epoca - radio, televisione e giornali, resoconti parlamentari, diari e interviste ai protagonisti - ma distaccandosi dalla sola cronaca sportiva, il volume ripercorre la storia di quel grande evento globale. Lo fa attraverso una serie di ripetuti cambi di prospettiva, che portano il lettore dal campo da gioco alle postazioni dei media, dalle piazze prima scettiche e poi in tripudio alle stanze delle istituzioni e dei partiti pronti a cavalcare politicamente la vittoria, dal vortice degli affari economici alla costruzione del mito del mundial nelle immagini, nella musica e nella letteratura. In tal modo, l'evento del giugno-luglio 1982 diventa una finestra aperta sul quadro internazionale e sulla società italiana dei primi anni Ottanta, uno specchio in grado di restituirne l'identità e i problemi, le contraddizioni e le speranze.
Vedilo su Amazon
# 10

Quelle che... il calcio. Le ragazze del Mondiale

16,00 €
    "Si fa presto a dire vent'anni, ma vent'anni fa era un secolo fa! Dopo molto tempo il vento torna a spirare a favore delle ragazze che sognavano di giocare a pallone da grandi. Ecco, quelle li hanno saputo alzare la vela e volgere la prua dove il vento e stato capace di trasformare un sogno in un punto di arrivo. Quelle che... il calcio". Alla vigilia dei Mondiali 2019 di Francia, la storia del calcio femminile in Italia raccontata attraverso le vite di alcune delle sue protagoniste. Calciatrici e donne, interpreti di una disciplina che in Italia, da sempre (e ancora oggi) è stata osteggiata, negletta, derisa, insultata in nome dei più vieti stereotipi maschili, vero specchio della subcultura sessista che permea il lato oscuro del nostro Paese.
Vedilo su Amazon
# 11

A ritmo di polska. La storia della nazionale terza ai mondiali di calcio nel 1974

14,00 €
    "Underdog" è un termine inglese che indica un atleta, o una squadra, dato per sfavorito nei pronostici. La Polonia, alla vigilia dei campionati mondiali di calcio del 1974, era la rappresentante più illustre di questa famiglia. Tuttavia, sovvertendo ogni tipo di previsione, riuscì a chiudere al terzo posto finale, conquistando così il miglior risultato di sempre del calcio polacco. "A ritmo di Polska", scritto dal giornalista pordenonese Alberto Bertolotto, è il primo libro italiano che racconta la racconta la storia di quella nazionale, reduce dal successo ai Giochi Olimpici nel 1972 e capace di appassionare un intero popolo. L'autore ripercorre tutti i momenti di quella squadra, dalla genesi al tramonto, con particolare attenzione alla rassegna iridata disputatisi in Germania Ovest. Molti contenuti esclusivi, tra le quali l'intervista al capocannoniere dei mondiali, Grzegorz Lato, e Marek Kozminski, ex Udinese e Brescia. Prefazione di Zbigniew Boniek
Vedilo su Amazon
# 12

I Mondiali di calcio: Fatti e aneddoti dal 1930 ad oggi

12,00 €
    Quella dei Mondiali di calcio è una storia lunghissima, iniziata nel 1930, e che ogni quattro anni vede affrontarsi i migliori interpreti del gioco del pallone, a caccia della gloria eterna. Una sorta di epica contemporanea, che rende gli atleti autori di gesta memorabili, impresse nella memoria degli appassionati, e descritte negli annali. In questo volume, non mancheranno certamente gli aneddoti, dal gol fantasma più famoso della storia alla storia delle maglie utilizzate dall'Argentina nel 1986, senza dimenticare la cavalcata dell'Italia nel 2006.
Vedilo su Amazon
# 13

Calcionomia. Economia, segreti e curiosità del calcio mondiale

27,00 €
    Gli stipendi dei calciatori sono uno scandaloso spreco di risorse? Ospitare i Mondiali fa bene all'economia di un paese? Quale è la nazione che investe di più nel calcio? Quale è il modo migliore di comprare un giocatore? E il peggior modo di scegliere un allenatore? Il calcio è lo sport più diffuso del pianeta, fatto di emozioni, s de indimenticabili e tifosi entusiasti. Un mondo che sembrerebbe avere poco a che fare con numeri e statistiche. E invece Simon Kuper e Stefan Szymanski ci dimostrano che dati e cifre possono rivelarne i segreti più nascosti e affascinanti. Scopriamo così che il calcio non è mai stato un buon affare, nonostante la quantità di denaro che muove. Ci accorgiamo che la figura quasi mitologica dell'allenatore, dal quale sembra dipendere il corso di qualsiasi campionato, va forse ridimensionata, insieme agli antichi rituali legati alla sua nomina. E che se esistono ancora i tifosi «monogami», quelli che non cambieranno mai squadra, sta però nascendo una nuova generazione di appassionati, meno fedeli ma pronti a seguire chiunque offra uno spettacolo sportivo di alto livello. Troviamo che, dati alla mano, il calcio allunga la vita, visto che ospitare i Mondiali o un altro campionato aumenta il tasso di felicità di una nazione e riduce sensibilmente il numero dei suicidi. Ma dobbiamo anche accettare che le disparità politiche ed economiche tra le nazioni si riflettono nei risultati sportivi e che raramente i Davide trionfano contro i Golia. Kuper e Szymanski usano le leggi della scienza economica per tracciare una mappa unica e dettagliata del calcio, che rivela così tutta la sua complessità e i suoi legami con la storia e il carattere dei singoli paesi. Calcionomia è la guida definitiva per scoprire gli ingranaggi del nostro sport preferito.
Vedilo su Amazon
# 14

Mondiali di calcio. Le storie dietro la leggenda

14,00 €
    In oltre ottant'anni di vita, la Coppa del Mondo di calcio ha catturato l'immaginario collettivo, facendo sognare e spostare miliardi di persone. Quante emozioni vissute in campo e sugli spalti! Questo volume ci offre un viaggio dietro le quinte di un evento di respiro planetario. Grazie ai racconti inediti di alcuni dei protagonisti - arricchiti di informazioni e aneddoti e corredati di un apparato di immagini -, il volume ripercorre la storia della massima competizione calcistica e presenta le nazionali più prestigiose accanto a quelle per cui la partecipazione al torneo ha rappresentato un momento epocale. Interviste a campioni del mondo e palloni d'oro guidano il lettore nel dedalo della leggenda: giocatori come Franz Beckenbauer, Mario Zagallo, Jorge Burruchaga, Dino Zoff, Didier Deschamps, Gerd Müller si lasciano andare a confidenze e rivelazioni e ci consegnano la "loro" visione della Coppa del Mondo. E permettono anche a chi non c'era di rivivere l'emozione di partite straordinarie.
Vedilo su Amazon
# 15

STORIA DELLA COPPA DEL MONDO DI CALCIO (1930-2018) - Edizione digitale: Politica, sport, globalizzazione

13,00 €
    Il testo La Coppa del mondo non è soltanto una manifestazione sportiva, ma è anche un evento dalle importanti ripercussioni politiche. Celebri sono le strumentalizzazioni propagandistiche effettuate da dittatori come Mussolini e Videla delle vittorie mondiali della nazionale italiana negli anni Trenta e argentina nel 1978. Meno conosciuti sono altri episodi, come i festeggiamenti in Iran per la qualificazione ai Mondiali del 1998, che portarono migliaia di donne a scendere in piazza violando convenzioni e divieti, o l'appello effettuato da Didier Drogba a deporre le armi e organizzare libere elezioni in una Costa d'Avorio lacerata dalla guerra civile, in occasione della qualificazione della propria nazionale a Germania 2006. Questo volume ripercorre la storia della Coppa del mondo di calcio, dalla prima edizione del 1930 in Uruguay sino a Russia 2018, mostrando come da semplice evento sportivo essa abbia acquisito un crescente protagonismo sul terreno mediatico, economico e, soprattutto, politico, che l'ha trasformata in un vero e proprio mega-evento globale.
Vedilo su Amazon
# 16

Mondiali. Dal 1930 a oggi. La coppa del mondo e i suoi oggetti di culto. Ediz. illustrata

15,00 €
    Un libro che racconta la storia della Coppa del Mondo di calcio non soltanto, com'è consuetudine, attaverso cronache, risultati, formazioni, foto delle squadre schierate in campo e delle azioni da gol, ma facendo parlare i memorabilia, gli oggetti di culto: i palloni, le maglie, le scarpe, i biglietti delle partite e gli annulli postali, le réclames pubblicitarie, i gagliardetti, le cartoline autografate. Cose quotidiane che hanno il colore e il sapore del vissuto, il fascino di essere appartenute ai protagonisti di un evento sportivo che ha scandito quasi un secolo di storia contemporanea; oggetti che di quell'evento trattengono ancora, come magicamente, l'aura dell'impresa, della sfida. Affidandosi alla suggestione dei memorabilia, questo libro si legge come un "romanzo per immagini" delle diciotto edizioni dei campionati mondiali, da Uruguay 1930 a Germania 2006.
Vedilo su Amazon
# 17

I mondiali (1930-2010). Storia illustrata dei mondiali di calcio

24,00 €
    La storia dei Mondiali di Calcio descritta da uno dei migliori disegnatori al mondo. I momenti più emozionanti, i gol, le azioni di tutte le finali, le formazioni, le curiosità, i retroscena di tutti i mondiali di calcio finora giocati.
Vedilo su Amazon
# 18

Campioni del mondo. I francobolli dei Paesi organizzatori e vincitori dei Mondiali di calcio 1930-2006. Ediz. illustrata

17,00 €
    Dopo una parte introduttiva generale, ad ogni Mondiale è dedicato un capitolo con la ricostruzione giornalistica dei fatti calcistici principali, una serie di notizie e dati sull'evento (squadre partecipanti, risultati delle fasi finali, nomi dei giocatori che hanno trionfato), nonché la riproduzione e la descrizione dei francobolli e dei foglietti emessi. Per ogni Campionato si è inoltre individuato quell'aspetto curioso che mettesse in luce le ampie possibilità di approfondimento offerte dalla filatelia, rivelando così fatti storico-politici (il contrasto che divide il mondo arabo da Israele), scelte promozionali (il recentissimo "Merci les bleus!" francese) o aspetti tecnici (le pratiche confezioni di francobolli svedesi come le varietà britanniche). Non sono state trascurate le esigenze del tifoso che cerca dettagli più specifici di ogni torneo: è proposta una ricostruzione giornalistica dei fatti calcistici principali come una serie di dati (squadre partecipanti, risultati delle fasi finali, nomi dei giocatori che hanno trionfato) in grado di rafforzare e sviluppare il quadro presentato con le produzioni postali.
Vedilo su Amazon
# 19

La vittoria del 1934. I campionati mondiali di calcio nella politica del regime

15,00 €
    Il 10 giugno 1934, nella coreografica cornice dello stadio del Partito Nazionale Fascista, la selezione italiana di football sconfigge sul terreno di gioco la rappresentativa cecoslovacca, laureandosi per la prima volta campione del mondo nello sport fin da allora più seguito dagli italiani. Sul pennone dello stadio romano, campeggia la bandiera nera del Partito Unico, mentre gli altoparlanti diffondono le note di Giovinezza, amplificate dal coro unanime dei cinquantamila spettatori presenti. In tale atmosfera di entusiasmo collettivo, Benito Mussolini si affaccia dalla tribuna nell'atto di raccogliere platealmente, davanti a una nutrita schiera di fotografi giunti da ogni parte del mondo, l'esplicito saluto romano degli azzurri schierati al centro del campo. Si tratta dell'epilogo trionfale di una manifestazione sportiva fortemente voluta dal regime, realizzata grazie all'impiego di ingenti risorse finanziarie, logistiche e umane, amplificata in maniera notevole dalla stampa e disputata con strenua determinazione da parte dei calciatori italiani.
Vedilo su Amazon